Parti sociali del settore edile: «Il tedesco in cantiere»

I partner sociali nel settore principale della costruzione hanno partecipato al dialogo sull'integrazione della CTA con il progetto “Il tedesco in cantiere”. L’obiettivo era di migliorare le condizioni quadro, affinché i collaboratori potessero imparare un tedesco basato sulla pratica e integrarsi meglio.

Società svizzera degli Impresari-Costruttori
044 258 81 11

Il progetto pilota “Il tedesco in cantiere” si è concluso con successo alla fine del 2015. I corsi di lingue verranno riproposti con regolarità. Nel 2016 sono cominciati i primi corsi di francese nei Cantoni Friborgo e Giura.

Già da decenni esistono corsi di lingue gratuiti oppure a buon mercato per lavoratori di cantiere nel settore principale della costruzione. Proprio perché la percentuale di stranieri è del 60 percento i datori di lavoro sono consapevoli dell’importanza della promozione delle conoscenze linguistiche, affinché i lavoratori possano arrangiarsi sia sul lavoro sia nella vita quotidiana.

Fase pilota 1: Corsi sul cantiere durante l’orario di lavoro

I seguenti elementi sono stati introdotti come novità del progetto pilota “Il tedesco in cantiere”: le lezioni erano considerate come ore di lavoro ed è stato applicato il sistema di apprendimento delle lingue fide, sviluppato dalla segreteria di stato della migrazione (SEM) per immigrate e immigrati (www.fide-info.ch). I contenuti dei corsi non si riferivano soltanto al lavoro, bensì anche a situazioni di vita quotidiana.

Nella prima fase pilota, durante il semestre invernale 2012/13, si sono svolti cinque corsi gratuiti durante l’orario di lavoro sul cantiere. In questo modo i partner sociali hanno voluto aumentare la motivazione degli operai edili a frequentare un corso di lingue.

Fase pilota 2: corsi nel tempo liberoma retribuiti tramite gratifiche

In generale le tre imprese di costruzione partecipanti e i circa 60 operai edili erano molto soddisfatti. L’unico inconveniente per le singole imprese è stato il fatto che le assenze, dovute al corso svolto durante l’orario di lavoro, hanno bloccato i lavori.  Per questo motivo, durante la seconda fase pilota 2013-2015, i corsi sono stati spostati al sabato mattina. Chi frequenta e porta a termine un corso semestrale di 50 lezioni ottiene una ricompensa salariale di 750 CHF. Ciò corrisponde al 70 % del salario di base per 40 ore lavorative, rispettivamente 50 lezioni. Le lezioni sono gratuite, la ricompensa è un ulteriore incentivo a frequentare il corso.

Estensione all’intera area tedesca

Nella seconda fase pilota l’offerta è stata estesa geograficamente. Nel 2014 si sono svolti 40 corsi in undici Cantoni, nel 2015 i corsi sono stati circa 100, praticamente in tutti i Cantoni della Svizzera tedesca. I costi sono stati presi a carico da Parifonds Bau, il fondo per la formazione del settore nella Svizzera tedesca e nei Cantoni Friborgo e Giura. Esso è sostenuto dai partner sociali della Società Svizzera degli Impresari-Costruttori (SSIC), dall’Associazione dei quadri dell’edilizia svizzera, da Unia e da Syna.

Offerta regolare

La valutazione complessiva della fase pilota è stata positiva e ne è emerso il suo valore aggiunto. I partner sociali hanno deciso di dare continuità al progetto, proponendo un’offerta regolare. L’offerta è a disposizione di tutte le imprese sottoposte al Contratto nazionale mantello.

Nel 2016, in Svizzera tedesca, si sono di nuovo svolti circa 100 corsi. Parallelamente, nel Canton Friborgo e nel Canton Giura si sono svolti due corsi in francese in ognuno dei due Cantoni. A Ginevra, Neuchâtel, nel Canton Vaud e nel Vallese, i partner sociali dispongono di fondi paritetici cantonali, indipendenti dal Parifonds Bau, con cui si finanziano anche corsi di lingue organizzati sul luogo; là non è stato adottato il modello “Il tedesco sul cantiere”. In Ticino i sondaggi hanno dimostrato che tra i lavoratori stranieri non vi è la necessità di frequentare corsi di lingue.

1,3 milioni di CHF

Il Parifonds Bau, dal 2012 al 2016 ha effettuato circa 250 corsi a cui hanno preso parte circa 2500 lavoratori. I costi per i lavoratori con un contratto di lavoro fisso sono sostenuti interamente dal Parifonds Bau e ad oggi si aggirano intorno a 1.3 Mio CHF. I costi dei corsi per i lavoratori temporanei sono sostenuti dal fondo di formazione “temptraining” dei partner sociali del settore del lavoro temporaneo.

Incentivare l’apprendimento

“Il tedesco in cantiere” si basa sul sistema di apprendimento delle lingue fide, sviluppato, su mandato, dalla Segreteria di Stato della migrazione (SEM). I suoi obiettivi di apprendimento sono molto orientati alla pratica: cambiare il turno di lavoro con un collega, capire e formulare i rapporti sul cantiere, prendere un appuntamento con un medico al telefono, capire l’invito a un colloquio scolastico per i genitori. In questo modo il successo è veloce e cresce la motivazione a imparare.

Nella fase pilota le lezioni sono state svolte dalla Fondazione ECAP, un ente sindacale per la formazione, che da oltre 40 anni è specializzato in corsi di lingue per immigrate e immigrati non abituati allo studio. Nel frattempo vi sono anche altri offerenti che propongono questi corsi.

Interessati? Contattate i responsabili del progetto!

Campi obbligatori