Gachet Ruffieux SA – La responsabilità sociale non pregiudica il successo economico

Da anni la piccola impresa Gachet Ruffieux SA impiega consapevolmente persone socialmente svantaggiate. La falegnameria, situata nella regione della Gruyère, dimostra che è possibile conciliare senza problemi responsabilità sociale e successo economico.

Gachet Ruffieux SA, La Tzintre 11, 1637 Charmey, FR, 026 927 12 41

Dagli anni Settanta l’azienda di venti persone impiega consapevolmente donne e uomini provenienti da un contesto migratorio, con handicap o difficoltà psichiche, permettendo loro in tal modo di integrarsi nel mondo del lavoro.

Promuovere le pari opportunità

«Come per ogni impresa, anche il successo della nostra azienda dipende da personale con buone qualifiche», spiega Jêrome Gachet, co-fondatore dell’azienda. Ciò non impedisce alla Gachet Ruffieux SA di offrire un lavoro a persone con una scarsa formazione o del tutto prive di formazione e di permettere ad alcune di loro di recuperare la formazione internamente. Per promuovere le pari opportunità, la falegnameria assume in modo mirato donne – un fatto per niente scontato in un settore caratterizzato da forza lavoro maschile. Inoltre assume anche persone con problemi fisici o psichici se sono motivate e, nel caso di handicap gravi, assegna loro i compiti più semplici all’interno dell’azienda. Nemmeno l’età costituisce un motivo valido per escludere chi cerca un posto dal mercato del lavoro. «Nel 2008 abbiamo assunto un collaboratore di 60 anni», aggiunge Jêrome Gachet come se si trattasse di una cosa ovvia.

Promozione mirata dell’integrazione

Tutto è cominciato nel 1970. «Allora la falegnameria assunse Omar, l’unico cittadino turco di Charmey. Omar veniva direttamente da Istanbul e parlava solo qualche parola di inglese», racconta Gachet. Ciò che è cominciato come sostegno professionale e linguistico oggi può essere definito come promozione mirata dell’integrazione di migranti. Molti degli apprendisti formatisi nell’impresa erano di origine straniera; ancora oggi un collaboratore su cinque proviene da un contesto migratorio.

Responsabilità sociale nelle PMI

Non sorprende quindi che nel 2011 la Gachet Ruffieux SA abbia ricevuto il premio «Migration et emploi» della Commission cantonale pour l’intégration des migrant et des migrantes et contre le racisme (Commissione per l’integrazione dei migranti e contro il razzismo). Con il riconoscimento, che viene assegnato ogni due anni, la Commissione intende premiare le imprese del Cantone di Friburgo che promuovono in modo particolarmente attivo l’integrazione dei migranti e la prevenzione della discriminazione. «Per noi è molto importante dimostrare che anche una piccola impresa può e deve assumersi una responsabilità sociale», hanno sottolineato i partner Jêrome Gachet e Didier Ruffieux in occasione della premiazione, concludendo con un appello ai datori di lavoro: «Consentite, nonostante il dispendio di tempo e denaro, alle persone che sono diverse di integrarsi professionalmente».

Interessati? Contattate i responsabili del progetto!

Campi obbligatori